Nel segno di Bubu

12249840 10153686541876897 2202507531263350765 n

Orgogliosa prestazione dell’Altitudo Roma alla Coppa Italia. Con un doppio golden gol strappa la Coppa Italia alle compagini bolognesi e onora l’amico tragicamente scomparso quest’anno. Esordio boom del Sub Cagliari Jr con un bronzo nella massima serie.          Risultati e Classifica

I video (pesssima qualità)

Comincia alla grande la stagione dell’hockey subacqueo 2015-16. Una coppa italia per la prima volta organizzata a Livorno, per la prima volta vinta da Roma, per la prima volta con una squadra juniores sul podio. Tanto equilibrio. Tantissime emozioni. Alla fine in vetta la squadra che più voleva questa coppa per dedicarla al suo settimo uomo, quel Bubu che li guardava soddisfatto da quelle profondità cui si è troppo prematuramente ritrovato. Quanto sarebbe stato contento, proprio lui che la storia e le vicende della squadra romana ha seguito per tanti anni. Bello osservare che, grazie ai compagni, ieri il suo ricordo fosse comunque presente.

Tosta Roma, dall’inizio alla fine del torneo. Un girone di qualificazione dominato senza lasciare un solo spiraglio agli avversari. La capacità di trovare nei play off, quella determinazione che, al di là di tecnica e tattica, risulta vincente nel “vai avanti o vai a casa”. E in 10’ di gioco inclusi falli gol e punizioni, Roma ha voluto vincere più degli avversari.

In semifinale più di quella H2Bo, capace dell’ennesima trasformazione da squadra in eterna trasformazione a quel gruppo coriaceo e mai domo che da 15 anni fa delle semifinali un approdo sicuro. Inchiodati sullo 0-0 per 10 minuti serve una intuizione del Paolo Rocchi nazionale per stoppare una punizione e volare al gol-qualificazione. Vittoria di fiuto.

In finale poi con la bifronte Assetto Variabile 1, pericolosamente impegnata a specchiarsi nell’immagine di campione in carica in un girone di qualificazione che la vede battuta da H2Bo, inchiodata sull1-1 da Cagliari Jr e vincere di all’ultimo su Torino, e che si è poi ritrovata nei play off nella squadra operaia capace di vincere tanto negli ultimi 5 anni. Ma AV1 è riuscita solo a prolungare la partita fino al golden gol. Qui, con un copione già visto qualche minuto prima, di nuovo Roma azzanna l’avversario alla gola e non molla fino al gol-trionfo. Una finale vera, non bella tecnicamente, ma giocata ad un ritmo che piacerà ai due coaches nazionali quando, smaltite le sbornie per vittoria e sconfitta (Lorenzo Proia e Claudio Carbone,i due capitani delle squadre finaliste sono anche i coaches della nazionale), ripenseranno con più calma al potenziale nelle loro mani.

Ancora più felice nel ricordare il terzo posto del podio: gli Under 19 di Cagliari. Rinforzati per le prossime stagioni dal “fuori sede” Nicola Cargioli (non si sa per mirare alla Laurea o allo scudetto) e guidati da una Danila Staffoli sempre più lucida e presente i cagliaritani si sono aggiudicati un girone di qualificazione da urlo. Superati poi agilmente i quarti sono incappati nel ritorno di AV1 in semifinale per poi concludere al terzo posto regolando H2BO. Se consideriamo che lo scorso anno la loro progressione in classifica dei singoli tornei fu 7-3-1, direi che l’hockey si avvia a parlare sardo prima di quanto si pensasse.

AV2 si conferma solo un passo dietro le favorite per lo scudetto. Gioca bene contro le squadre che si ritroverà nella prima serie, si difende con i denti contro le più forti, mai sfigurando. AV2 ha raggiunto quest’anno le 8 ragazze e resta nell’attesa di sole 2 altre squadre per ritornare ad avere un campionato italiano femminile, che attendiamo ormai da troppo tempo. Lancio una proposta: e ripartire con un torneo di 4vs4 femminile? Facciamo due conti dentro le società.

Un ultimo plauso alla società ospitante Spazio Sub Livorno: esordiente sia nell’organizzazione di un torneo di Hockey che come squadra. Presentando una squadra di giovanissimi cresciuta la scorsa stagione nel progetto giovani voluta dal Personaggio dell’Anno Danila Staffoli, SSL ha offerto alla coppa italia 2015 una cornice straordinaria. I ragazzini livornesi hanno poi già mostrato una buona preparazione e tanta grinta e volontà. Saranno loro la prossima sorpresa?

Classifica:

  1. ALTITUDO ROMA 1
  2. ASSETTO VARIABILE 1
  3. CLUB SUB CAGLIARI JUNIOR
  4. H2 BO
  5. PARMA SUB 1
  6. ERIDANIA SUB
  7. ASSETTO VARIABILE 2
  8. NUOTO SUB VIGNOLA
  9. PARMA SUB 2
  10. ALTITUDO ROMA 2
  11. GRUPPO SP.VO OSPEDALE LA SPEZIA
  12. SPAZIO SUB LIVORNO
  13. SUB RIMINI

Link ai risultati

Joomla templates by a4joomla